• Chiama ora
  • +39 0521 986049

Segui le nostre

NEWS

La malattia varicosa degli arti inferiori è sempre stata considerata una patologia di interesse secondario: difatti, non provoca pericoli imminenti per la vita dei pazienti, se non in casi eccezionali. Ciò è valido oggi come in passato, nonostante i progressi diagnostici e terapeutici che si sono visti negli ultimi anni. Eppure, è stimato che circa il 70% della popolazione in età compresa dai 18 ai 75 anni si rivolga al medico per problemi inerenti alle proprie gambe, che spaziano dall’ esigenza di eliminare un semplice inestetismo (teleangectasia) ad una tromboflebite oppure ad una lesione ulcerativa.

E' stata messa a punto a Parma una nuova tecnica chirurgica per il trattamento delle varici agli arti inferiori.

Il trattamento chirurgico classico prevede, nei casi di insufficienza della vena grande safena, lo stripping con crossectomia (che consiste nel taglio all'inguine) per abolire il reflusso che dalla vena femorale va in safena durante la stazione eretta e provoca vene varicose.
Il chirurgo Paolo Casoni, direttore del Centro flebo-linfologico dell'hospital Piccole Figlie ha cercato un'altra strada: rimuovere la vena safena senza intervenire con il taglio all’inguine.

Del concetto di immunità di gregge - il principio grazie al quale un'alta percentuale di vaccinati impedisce agli agenti infettivi di circolare e scatenare epidemie - abbiamo scritto più volte. Ma come spesso accade, le immagini sono più efficaci delle parole: in questa animazione, l'utente di Reddit theotheredmund mostra, in una manciata di secondi, perché l'unico modo per arginare la corsa dei patogeni sia vaccinare la più alta percentuale di persone possibile.

Dagli ospedali alla cucina: l’antibioticoresistenza può raggiungerci anche dove non te l’aspetti. Tra i 5000 ed i 7000 morti l’anno in ospedale, dice la SIMIT (Società di Malattie infettive e tropicali) malati con sistema immunitario compromesso che perdono la vita non per la patologia per cui sono stati ricoverati, ma perché proprio in ospedale sono stati infettati da un batterio che non risponde agli antibiotici.

INDIRIZZO

Via Po, 134/A - 43125 Parma - Italy

EMERGENZE (24X7)

Mobile: +39 0521 986049 Tell : +39 0521 986049

E-MAIL

info@ippocrateparma.it ippocrateparma@virgilio.it

ORARI DI APERTURA

Da Lun a Ven 9.00 - 19.00 Sab 9.00 - 13.00

Ippocrate S.r.l.

Chirurgia vascolare-flebologia, chirurgia generale, chirurgia plastica ed estetica, medicina estetica e la dermatologia, fisiatria e riabilitazione, dieta e benessere.

Questo sito web utilizza cookies per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso del sito stesso.