L'arrivo del bel tempo fa spesso scattare preoccupazioni per la cellulite alle gambe. Il chirurgo italiano Paolo Casoni, specializzato in flebologia, combatte questa anomalia adiposa con un trattamento vascolare e al tempo stesso con una 'liporiduzione'.

Marbella, 31 maggio 2021.- Con una buona e costante attività fisica e una dieta regolare povera di carboidrati e ricca di fibre, la cellulite può essere prevenuta. Ma per i casi in cui questa malattia si è già manifestata, ci sono due trattamenti il ​​cui successo risiede in gran parte nello svilupparli insieme, spiega il chirurgo vascolare italiano Paolo Casoni. Li impiega presso la clinica Ceram a Marbella.

Consapevole dalla sua esperienza professionale che la cellulite è un "problema" per le donne "soprattutto nella stagione estiva", è comune, afferma Casoni, che ci siano "molte domande" al riguardo; "Mi chiedono come si può curare o camuffare". Oltre a “prendersi cura della propria alimentazione e fare esercizio quotidianamente”, ci sono “anche due trattamenti” che vanno usati “insieme”.

La prima è la TIF (Terapia Iniettiva Funzionale), "simile a una finissima scleroterapia che si pratica all'interno delle vene delle gambe". Con questo metodo, spiega Casoni, "migliorerà notevolmente il drenaggio degli arti inferiori", correggendo così la ritenzione di liquidi - linfostasi e flebostasi - associata alla cellulite. Le vene vengono "spremute" grazie alla schiuma sclerosante iniettata. Questo trattamento, che è la "chiave principale" per curare questa condizione, si basa sul brevetto "WO2019234120-Polidocanol as an Immunomodulating Agent per trattare le vene varicose senza produrre effetti collaterali dannosi per il corpo umano che ho registrato".

Il secondo trattamento è un'iniezione di un "cocktail di farmaci" con fosfatidilcolina e vitamine (C, E, antiossidanti, ecc.) che possono aiutare a ridurre il grasso, le cellule adipose, sia in numero che in volume.

Entrambi i metodi, che possono essere applicati nella stessa seduta, sono ambulatoriali. Casoni consiglia di ripeterlo ogni 15 giorni o ogni mese, e "con tre o quattro sedute si vede il risultato".

Riguardo alle cause della cellulite, Casoni spiega che sono tre: si tratta di un "problema di microcircolazione circolatoria" e anche di "tipo ormonale e nutrizionale".