La scleroterapia con schiuma viene talvolta definita lo «standard di riferimento» per il trattamento non invasivo delle vene varicose. 

La procedura medica prevede l’iniezione di un agente chimico come liquido o schiuma nei vasi sanguigni varicosi in modo che si chiudano, si restringano e si dissolvano in modo sicuro.

Il limite della schiuma fino ad oggi è stato quella della sua preparazione in quanto affidata al medico stesso. Ciò ne ha costituito il più grosso limite in quanto metteva nelle mani del professionista il compito di ottenere una buona miscela sclerosante. La schiuma preparata manualmente può essere di bassa qualità, mancare di consistenza e stabilità o semplicemente non essere adatta per il trattamento delle vene più piccole.

Nel 2016, il chirurgo vascolare di Barcellona Enric Roche ha brevettato un approccio per automatizzare il processo di preparazione della schiuma che ha portato a VARIXIO.

Con VARIXIO i medici sono ora in grado di preparare schiuma di altissima qualità in modo automatizzato e conforme, aprendo la strada al trattamento senza intervento chirurgico delle vene varicose di ogni tipo.

Questa svolta deriva dalla capacità di VARIXIO di produrre schiuma utilizzando concentrazioni molto basse di sclerosante, l’agente restringente. Per vene varicose di grandi dimensioni, dove devono essere iniettate grandi quantità di schiuma, il dispositivo semplifica il processo di preparazione della schiuma, anche quando si utilizzano gas fisiologici quali l’anidride carbonica, a volte richiesti per motivi di sicurezza in alcuni pazienti.